Tu sei qui : Homepage > Servizi > S.P.I.S.A.L > Progetti in rete > Operazione Cantieri Sicuri

Stress lavoro correlato: manuale per le aziende anno 2011 Manuale stress lavoro correlato edizione 2011

Il Dipartimento Medicina del Lavoro (DML) dell'INAIL ex ISPESL ha inteso offrire  un "metodo unico integrato" che valorizzi i punti di forza delle esperienze del “Coordinamento Tecnico Interregionale della prevenzione nei luoghi di lavoro”.

Vigilanza anno 2012 - check list sulla gestione aziendale della sicurezza Vigilanza anno 2012 - check list sulla gestione aziendale della sicurezza

Campagna di vigilanza e verifica della gestione per le aziende situate in zone del territorio veronese considerate ad alto indice infortunistico.

D.lgs 81 scadenze e proroghe D.lgs 81 scadenze e proroghe

Calendario delle scadenze e delle proroghe del D.lgs 81.

icona schede rischio per lavorazione in agricoltura Agricoltura: schede di rischio per lavorazione

Dieci schede con i rischi presenti nelle principali lavorazioni agricole. Oltre ad una breve descrizione introduttiva vengono indicati i comportamenti corretti da tenere e quelli da evitare.

Seguici

S.P.I.S.A.L.
Servizio Prevenzione Igiene Sicurezza Ambienti di Lavoro

Progetti in rete

Operazione Cantieri Sicuri

Piano straordinario di controllo nel settore edile reso necessario a seguito del ripetersi di numerosi infortuni gravi e mortali.

Operazione Cantieri Sicuri

Dal primo di settembre e per tutto il mese, la provincia di Verona è interessata da un piano straordinario di controllo nel settore edile.
L'intervento si è reso necessario a seguito della morte di quattro lavoratori del settore nei primi sette mesi dell'anno e di numerosi infortuni gravi e mortali.
Il piano, coordinato dal Prefetto della città di Verona - Conferenza Permanente - Sezione Servizi alla Persona ed alla Comunità della Prefettura/UTG di Verona - prevede un coordinamento inter-istituzionale tra enti deputati al controllo (INPS, INAIL, Ispettorato del Lavoro, SPISAL, ARPAV, Polizia Municipale, Carabinieri).

Gli obiettivi del piano sono:

  • Contrasto dei rischi di infortunio mortale nel 100 % dei cantieri a rischio individuati tra quelli notificati nella provincia di Verona nel 2006.
  • Contrasto del lavoro in nero nei cantieri sopra definiti.
  • Sperimentazione di forme di coordinamento operativo ed integrazione degli Enti Pubblici preposti alle attività di controllo che permettano di incrementare, capitalizzando i risultati, i livelli di efficienza ed efficacia degli interventi.

Cosa è emerso finora:

La sperimentazione attuata nel mese di settembre 2006 ha portato al controllo di 514 cantieri, 394 operativi, con il controllo di 534 imprese e 383 artigiani autonomi.
Rispetta alla sicurezza è emerso che ancora il 60 % dei cantieri non è adeguatamente protetto rispetto al rischio i caduta dall'alto. è emersa anche una diffusa tendenza ad portare all'esterno i compiti di organizzazione della sicurezza posti in capo al datore di lavoro, tutto ciò a discapito della cultura della sicurezza dell'impresa.
Rispetto alla regolarità del lavoro si rileva che 30 lavoratori sono risultati in nero e 14 sono fuggiti ai controlli, probabilmente clandestini irregolari. Le imprese con dipendenti con irregolarità contributive o assicurative sono risultate pari al 9.5 %, mentre gli artigiani autonomi con irregolarità sono risultati pari al 2.5 %. I dati probabilmente sottostimano l'entità del fenomeno del lavoro irregolare, ma occorre ricordare che la campagna era stata ampliamente preannunciata ed i controllo si sono limitati al lavoro nero.

Allegati:

Secondo atto di impegno. 13 marzo 2007: accordo per il proseguimento dell'Operazione Cantieri Sicuri (pdf 3Mb);
Atto di impegno (pdf 1,54Mb);
Operazione Cantieri Sicuri (pdf 1,18Mb);

Risorse

Risultati operazione Cantieri Sicuri Risultati conseguiti

L'aumento dei controlli in edilizia ha comportato una riduzione degli infortuni nei cantieri e conseguentemente la diminuzione delle ore di assenza dal lavoro. In questa pagina trovate i report con i risultati dei controlli eseguiti

Accordi di collaborazone operazione Cantieri Sicuri Protocolli di intesa

Accordi di collaborazione per vigilare sulla sicurezza del lavoro nei cantieri edili

Programmazione attività operazione Cantieri Sicuri Programmazione attività

Prosecuzione dell'attività di prevenzione degli infortuni nei cantieri edili e di promozione della cultura della sicurezza e regolarità del lavoro nelle imprese del comparto edile

Incontri operazione Cantieri Sicuri Incontri

Giornate di incontro per fare il punto sull'Operazione, studiare metodi e strumenti utilizzati e discuterne i punti da migliorare

Domande frequenti sicurezza in edilizia Domande frequenti sicurezza in edilizia

Piattaforma aerea, lavoratore autonomo, piani operativi di sicurezza, ponteggi misti, eternit e altre domande.

Altre risorse

Lavori edili
Norme utili per la salute dei lavoratori occupati nel settore delle costruzioni. Riferimenti che orientino i committenti ed i coordinatori nella pianificazione della sicurezza

Progetti in rete
Progetti in rete promossi dagli SPISAL e dagli operatori. L'obiettivo è sviluppare buone prassi per la sicurezza e la salute dei lavoratori

Riferimenti

Sedi SPISALPalazzo della Sanità

Via S. D'Acquisto n.7 - Palazzo della Sanità
Tel. 045 - 807 50 22 - 045 807 50 17 / 045 807 50 48 (Front Office) - Fax 045 807 50 13
e-mail: spisal@ulss20.verona.it

Accesso al pubblico SPISAL sede di Verona
Lunedì - Martedì - Mercoledì - Giovedì - Venerdì dalle ore 13,00 alle ore 14,00
Accesso al pubblico Front office del Dipartimento di Prevenzione e segreteria SPISAL Verona: Lunedì - Martedì - Mercoledì - Giovedì - Venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,00
Accesso al pubblico SPISAL sede di San Bonifacio
Via Sorte n. 68 bis - tel. 045 613 84 58 fax 045 849 09 84: Lunedì - Mercoledì - Venerdì dalle ore 9,00 alle ore 11,00

icona posta certificataPosta certificata

Indirizzo di posta elettronica certificata: prevenzione.ulss20.verona@pecveneto.it
 

Sedi SPISALU.O. Medicina del Lavoro e promozione salute: Ambulatorio

Sede: Via S. D'Acquisto n.7 - Palazzo della Sanità - Verona
e-mail: spisal@ulss20.verona.it
Visite per: ex esposti cancerogeni, idoneità al lavoro.

Accesso al pubblico
Lunedì - Mercoledì - Venerdì
dalle ore 08,00 alle ore 12,00
Informazioni e appuntamenti telefono: 045 807 59 23
N.B. ogni prestazione viene effettuata solo su prenotazione
 

PersonaleResponsabile SPISAL


Dott. Luciano Marchiori - tel. 045 807 50 22
e-mail: luciano.marchiori@ulss20.verona.it

 

PersonaleResponsabile unità operativa vigilanza


Dott.ssa Manuela Peruzzi - tel. 045 807 50 22
e-mail: manuela.peruzzi@ulss20.verona.it

 

PersonaleResponsabile unità operativa medicina del lavoro


Dott. Antonio Zedde - tel. 045 807 59 23
e-mail: antonio.zedde@ulss20.verona.it

 

Personale


Davide Allegri, Patrizia Arcamone, Antonia Ballottin, Remo Bertani, Massimo Bonfanti, Carla Braga, Loredana Brunetti, Marco Campagnari, Katia Dalle Molle, Giovanni De Togni, Antonino Falco, Bruno Ferro, Cristina Fiorini, Ludovica Fusa, Ilaria Gallo, Mario Gobbi, Paolo Gomitolo, Maria Lelli, Luca Leoni, Luciano Marchiori, Pietro Mazzoccoli, Marika Melotti, Maurizio Menegazzi, Manuela Peruzzi, Toniu Radev, Stefano Riello, Andrea Serpelloni, Marco Trotti, Antonio Zedde, Valentina Zen.

Informazioni sulla struttura del Servizio