Tu sei qui : Homepage > Servizi > S.P.I.S.A.L > Cittadino e impresa > Argomenti > D.lgs 81/2008 > Medico Competente > Scheda Sorveglianza Sanitaria

Stress lavoro correlato: manuale per le aziende anno 2011 Manuale stress lavoro correlato edizione 2011

Il Dipartimento Medicina del Lavoro (DML) dell'INAIL ex ISPESL ha inteso offrire  un "metodo unico integrato" che valorizzi i punti di forza delle esperienze del “Coordinamento Tecnico Interregionale della prevenzione nei luoghi di lavoro”.

Vigilanza anno 2012 - check list sulla gestione aziendale della sicurezza Vigilanza anno 2012 - check list sulla gestione aziendale della sicurezza

Campagna di vigilanza e verifica della gestione per le aziende situate in zone del territorio veronese considerate ad alto indice infortunistico.

D.lgs 81 scadenze e proroghe D.lgs 81 scadenze e proroghe

Calendario delle scadenze e delle proroghe del D.lgs 81.

icona schede rischio per lavorazione in agricoltura Agricoltura: schede di rischio per lavorazione

Dieci schede con i rischi presenti nelle principali lavorazioni agricole. Oltre ad una breve descrizione introduttiva vengono indicati i comportamenti corretti da tenere e quelli da evitare.

Seguici

S.P.I.S.A.L.
Servizio Prevenzione Igiene Sicurezza Ambienti di Lavoro

Il cittadino e l'impresa

D.lgs 81/2008 - Sorveglianza sanitaria: schema raccolta informazioni, denuncia di malattia professionale

Trasmissione da parte del medico competente tramite via telematica delle informazioni relative ai dati sanitari e di rischio del lavoratori, secondo l'articolo 40 del D.lgs 81 del 2008. Scheda di denuncia malattia professionale.

Novità

Icona informazioni Medici competenti: proroga scadenza trasmissione dati sanitari al 30 aprile

Sarà consentito trasmettere fino al 30 aprile le informazioni relative ai dati collettivi aggregati sanitari e di rischio dei lavoratori sottoposti a sorveglianza sanitaria, anno 2013. Maggiori informazioni

Icona informazioni Decreto 6 agosto 2013 trasmissione dati aggregati

Modifica del decreto 9 luglio 2012, recante: "Contenuti e modalità di trasmissione delle informazioni relative ai dati aggregati sanitari e di rischio dei lavoratori" Maggiori informazioni

Icona informazioni Circolare Ministero Salute 10 giugno 2013: chiarimenti applicativi D.M. 9 luglio 2012

Differimento del termine per la trasmissione dei dati sulla sorveglianza sanitaria da parte dei Medici Compententi. Vai alla Circolare chiarimenti applicativi D.M. 9 luglio 2012

Prorogata al 30 aprile 2014 la possibilità di trasmissione in ritardo dell'allegato 3b da parte dei medici competenti

Si porta a conoscenza degli interessati la decisione, concordata con INAIL, nel tavolo di lavoro del 3 marzo 2014, di consentire,  ancora per tutto il mese di aprile, la trasmissione in ritardo delle informazioni di cui all’allegato 3 B, relative ai dati aggregati sanitari e di rischio dei lavoratori, che sono stati sottoposti a sorveglianza sanitaria nell’anno 2013. "Si informa che  in attuazione di quanto prospettato  in sede di tavolo di lavoro per  l’allegato 3 B in data  3 marzo 2014,la piattaforma informatica  INAIL consentirà  l’invio  in ritardo delle informazioni  dell’allegato 3 B sino  e non oltre il 30 aprile 2014." Maggiori informazioni sul sito del Ministero della Salute (link esterno)

 

Medici competenti: trasmissione dei dati sanitari e di rischio dei lavoratori per l'anno 2013

Con l’entrata in vigore del D. M. 6 agosto 2013, che ha modificato i contenuti dell’articolo 4 del D.M. 9 luglio 2012, il termine ultimo di redazione e trasmissione con l’allegato 3B (del D.lgs 81/2008), delle informazioni relative ai dati collettivi aggregati sanitari e di rischio dei lavoratori sottoposti a sorveglianza sanitaria nell’anno 2013, è stato fissato al 31 marzo 2014.

La trasmissione ai servizi di prevenzione delle Aziende Sanitarie Locali, competenti per territorio, deve avvenire necessariamente per via telematica utilizzando esclusivamente il portale INAIL (link esterno), accedendo nella pagina dei servizi on-line dell’Istituto.

L’Inail ha predisposto un applicativo web, strutturato secondo modalità semplificate e standardizzate in modo tale da consentire l'inserimento dei dati.

Per accedere all'applicativo il medico competente deve effettuare la registrazione al Portale Inail. Successivamente il medico procede all’associazione con l’unità produttiva di riferimento. Se questa non fosse già presente nell’archivio Inail, il medico può effettuarne l’inserimento. Al termine di queste operazioni, il medico competente compila la comunicazione e la trasmette ai servizi competenti per territorio.

Per facilitare la trasmissione dei dati è consentito l’invio dei dati al portale INAIL, anche tramite file prodotto dai propri sistemi informatici; inoltre, per i medici competenti che hanno partecipato alla sperimentazione effettuata lo scorso anno, è possibile importare dati e associazioni con aziende, senza dover inserire nuovamente tali informazioni.

Per richieste di assistenza è attivo il numero verde 803 164, gratuito da rete fissa; è possibile, inoltre, utilizzare l’area contatti del sito INAIL e il servizio INAIL RISPONDE on line.

Per approfondire consulta:

 il sito Inail - sezione Contatti (link esterno) |il Manuale operativo (pdf 5,4Mb) |le Domande e risposte più frequenti (link esterno) | la nota regionale del Direttore Sezione Prevenzione e Sanità Pubblica, dott.ssa Giovanna Frison su: Quesito su obblighi previsti da art 40, comma1, D.Lgs. 9 aprile 2008, n.81, parere. Scarica la nota regionale (pdf 0,3Mb)

Fonte: Ministero della Salute (link esterno)

 

Legislazione

Ministero della Salute
Decreto 6 agosto 2013

Modifica del decreto 9 luglio 2012, recante: "Contenuti e modalità di trasmissione delle informazioni relative ai dati aggregati sanitari e di rischio dei lavoratori, ai sensi dell'articolo 40 del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro"

Ministero della Salute
Circolare 10 giugno 2013

Differimento del termine per la trasmissione dei dati sulla sorveglianza sanitaria da parte dei Medici Compententi

Ministero della Salute
Decreto 9 luglio 2012

Contenuti e modalità di trasmissione delle informazioni relative ai dati aggregati sanitari e di rischio dei lavoratori, ai sensi dell'articolo 40 del decreto legislativo 81/2008 in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro.

Servizi SPISAL della provincia di Verona

 Ulss  Indirizzo   Tel. / Fax  e-mail  Responsabile

 20

Via Salvo D'Acquisto n. 7
37122 Verona
Tel. 045 807 59 17
Fax 045 807 50 13
 prevenzione.ulss20.verona@pecveneto.it Dott. Luciano Marchiori

 21

Via Gianella n. 1
37045 Legnago (VR)
Tel. 0442 63 42 12
Fax 0442 63 42 26
 spisal21@aulsslegnago.it Dott. Marco Bellomi

 22

Via Crocifissa di Rosa
(Ospedale di Valeggio S/Mincio)
37067 VR
Tel. 045 633 85 99
Fax 045 633 86 45
 spisal@ulss22.ven.it Dott. Marco Renso
 

Elenco Comuni della provincia di Verona

In questa pagina trovate l'elenco dei Comuni della provincia di Verona divisi per territorio Ulss di competenza

Modulo denuncia malattia professionale

Modello per la notifica sanitaria di malattia professionale e Referto ai sensi dell'art. 139 del DPR 1124/65, D.M. 14/01/2008 e artt. 365 C.P. e 334 C.P.P. Indicazioni per il medico per la corretta compilazione di denuncia e referto di malattia professionale. Da trasmettere all'organo di vigilanza competente per territorio.

Altre risorse per la Legge 81

Legge 81/2008
D.lgs 9 aprile 2008 n. 81. Le disposizioni contenute nel Decreto Legislativo costituiscono l'attuazione dell'articolo 1 della Legge 3 agosto 2007 n. 123 per il riassetto e la riforma delle norme vigenti in materia di salute e sicurezza delle lavoratrici e dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

Percorso formativo RLS
Documento di intesa tra Organismo Paritetico Provinciale di Verona e Spisal Ulss 20, 21 e 22 sul nuovo percorso formativo per Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS)

Sorveglianza sanitaria - scheda raccolta informazioni
Trasmissione da parte del medico competente tramite via telematica delle informazioni relative ai dati sanitari e di rischio del lavoratori, secondo l'articolo 40 del D.lgs 81 del 2008.

Stress lavoro correlato
Lo stress da lavoro può causare danni psicosociali o fisici ed è tra le cause più comuni di malattia dei lavoratori in tutta la UE

Nomina RSPP e ASPP
Legge 81/2008. Requisiti per la nomina del Responsabile e Addetto dei Servizi di Prevenzione e Protezione.

Gruppi di lavoro
Gli SPISAL della provincia di Verona con l'INAIL, la DPL e le parti sociali hanno attivato tre gruppi di lavoro sulla Legge 81/2008, in attuazione dell'articolo 1 della Legge 3 agosto 2007 n. 123.

Il Medico Competente
Il medico competente collabora alla programmazione, predisposizione e attuazione delle misure per la tutela della salute e integrità psico-fisica dei lavoratori

Approfondimenti
Testo unico per la sicurezza sul lavoro (D.lgs 81 del 9 aprile 2008). Primi chiarimenti e considerazioni. Documentazione e video.

Scadenze e proroghe
Calendario delle scadenze e delle proroghe del D.lgs 81

Tutela dal fumo passivo e luoghi di lavoro
Il fumo rappresenta un problema di sanità pubblica a livello mondiale ed è causa di molteplici malattie, compresi i tumori. Chi respira fumo passivo ha molte probabilità di ammalarsi rispetto ai non esposti

Test conoscenza italiano lavoratori immigrati
Il progetto regionale "promossi in classe" ha sperimentato un test utilizzabile in azienda per valutare la competenza linguistica dei lavoratori stranieri, al fine di conoscere i passi necessari nell'organizzazione della informazione e formazione dei lavoratori

Sicurezza sul lavoro: manuali di approfondimento
Manuali, guide, strumenti per la diffusione e il radicamento della cultura della sicurezza sul luogo di lavoro

Convegni, conferenze, incontri
Incontri, conferenze, eventi in tema di Legge 81 nuovo Testo Unico sicurezza sul lavoro

Il percorso
Come si è arrivati alla stesura del Decreto legislativo 81/2008.


Riferimenti

Sedi SPISALPalazzo della Sanità

Via S. D'Acquisto n.7 - Palazzo della Sanità
Tel. 045 - 807 50 22 - 045 807 50 17 / 045 807 50 48 (Front Office) - Fax 045 807 50 13
e-mail: spisal@ulss20.verona.it

Accesso al pubblico SPISAL sede di Verona
Lunedì - Martedì - Mercoledì - Giovedì - Venerdì dalle ore 13,00 alle ore 14,00
Accesso al pubblico Front office del Dipartimento di Prevenzione e segreteria SPISAL Verona: Lunedì - Martedì - Mercoledì - Giovedì - Venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,00
Accesso al pubblico SPISAL sede di San Bonifacio
Via Sorte n. 68 bis - tel. 045 613 84 58 fax 045 849 09 84: Lunedì - Mercoledì - Venerdì dalle ore 9,00 alle ore 11,00

icona posta certificataPosta certificata

Indirizzo di posta elettronica certificata: prevenzione.ulss20.verona@pecveneto.it
 

Sedi SPISALU.O. Medicina del Lavoro e promozione salute: Ambulatorio

Sede: Via S. D'Acquisto n.7 - Palazzo della Sanità - Verona
e-mail: spisal@ulss20.verona.it
Visite per: ex esposti cancerogeni, idoneità al lavoro.

Accesso al pubblico
Lunedì - Mercoledì - Venerdì
dalle ore 08,00 alle ore 12,00
Informazioni e appuntamenti telefono: 045 807 59 23
N.B. ogni prestazione viene effettuata solo su prenotazione
 

PersonaleResponsabile SPISAL


Dott. Luciano Marchiori - tel. 045 807 50 22
e-mail: luciano.marchiori@ulss20.verona.it

 

PersonaleResponsabile unità operativa vigilanza


Dott.ssa Manuela Peruzzi - tel. 045 807 50 22
e-mail: manuela.peruzzi@ulss20.verona.it

 

PersonaleResponsabile unità operativa medicina del lavoro


Dott. Antonio Zedde - tel. 045 807 59 23
e-mail: antonio.zedde@ulss20.verona.it

 

Personale


Davide Allegri, Patrizia Arcamone, Antonia Ballottin, Remo Bertani, Massimo Bonfanti, Carla Braga, Loredana Brunetti, Marco Campagnari, Katia Dalle Molle, Giovanni De Togni, Antonino Falco, Bruno Ferro, Cristina Fiorini, Ludovica Fusa, Ilaria Gallo, Mario Gobbi, Paolo Gomitolo, Maria Lelli, Luca Leoni, Luciano Marchiori, Pietro Mazzoccoli, Marika Melotti, Maurizio Menegazzi, Manuela Peruzzi, Toniu Radev, Stefano Riello, Andrea Serpelloni, Marco Trotti, Antonio Zedde, Valentina Zen.

Informazioni sulla struttura del Servizio