Tu sei qui : Homepage > Servizi > S.P.I.S.A.L

Stress lavoro correlato: manuale per le aziende anno 2011 Manuale stress lavoro correlato edizione 2011

Il Dipartimento Medicina del Lavoro (DML) dell'INAIL ex ISPESL ha inteso offrire  un "metodo unico integrato" che valorizzi i punti di forza delle esperienze del “Coordinamento Tecnico Interregionale della prevenzione nei luoghi di lavoro”.

Vigilanza anno 2012 - check list sulla gestione aziendale della sicurezza Vigilanza anno 2012 - check list sulla gestione aziendale della sicurezza

Campagna di vigilanza e verifica della gestione per le aziende situate in zone del territorio veronese considerate ad alto indice infortunistico.

D.lgs 81 scadenze e proroghe D.lgs 81 scadenze e proroghe

Calendario delle scadenze e delle proroghe del D.lgs 81.

icona schede rischio per lavorazione in agricoltura Agricoltura: schede di rischio per lavorazione

Dieci schede con i rischi presenti nelle principali lavorazioni agricole. Oltre ad una breve descrizione introduttiva vengono indicati i comportamenti corretti da tenere e quelli da evitare.

Seguici

S.P.I.S.A.L.
Servizio Prevenzione Igiene Sicurezza Ambienti di Lavoro

Lo SPISAL tutela la salute, la sicurezza ed il benessere sul luogo del lavoro.
Icona chi siamo Modulistica Icona argomenti Icona pagina risorse multimediali SPISAL

Novità

Icona informazioni Formazione finanziata 2015 FONDIMPRESA: Contributi aggiuntivi da 1.500 a 10.000€ per la formazione delle PMI

Con l'Avviso 1/2015 FONDIMPRESA mette a disposizione 10 milioni di Euro per la realizzazione di Piani formativi aziendali rivolti alle imprese con almeno 5 dipendenti. Maggiori informazioni
 

Icona informazioni Risultati del Piano Sicurezza delle Piccole, Medie e Micro Imprese

Pubblicazione delle esperienze e dei risultati del Piano Sicurezza delle Piccole, Medie e Micro Imprese (DGR 1013 del 18/06/2013).

Il Piano Sicurezza delle Piccole, Medie e Micro Imprese (DGR 1013 del 18/06/2013) si sta avviando verso la fase conclusiva che prevede la chiusura di tutte le attività realizzate dagli enti attuatori entro il 30 giugno 2015.

Le attività del Piano hanno coinvolto 2.500 persone partecipanti, oltre 1.400 aziende e sono stati realizzati 700 interventi formativi.

L’Evento finale del progetto di supporto e di accompagnamento al Piano si è tenuto a Verona l'11 maggio e sono state presentate le azioni ed i risultati raggiunti, alternando interventi video con interventi in presenza e aprendo uno spazio di riflessione e confronto sulla rivoluzione del digitale e su come la Sezione Formazione della Regione Veneto sta affrontando concretamente questo cambiamento mettendo a in campo proposte sperimentali, innovative e ad alto contenuto tecnologico come il registro informatizzato sicurezza e le Unità Formative su DVR Standardizzato e Stress Lavoro Correlato.

Sulla Home Page del portale http://pianosicurezzapmi.edulife.eu sono disponibili gli interventi realizzati durante l’evento finale, in particolare:

  • Il video introduttivo “Rispondere alla rivoluzione digitale”
  • Il video “La Regione Veneto per la crescita delle persone” di Elena Donazzan - Assessorato Regionale all’Istruzione, alla Formazione e al Lavoro
  • La presentazione dell’intervento “La formazione e le capacità digitali nelle PMI” di Mario Dal Co - Edulife S.p.A.
  • Il video “Piano sicurezza PMI: azioni, risultati, proposte di miglioramento” di Santo Romano – Direttore Dipartimento Formazione, Istruzione, Lavoro
  • Il video “Verso la digitalizzazione e la condivisione delle informazioni: Il Registro Informatizzato Sicurezza” di  Fabio Menin – Sezione Formazione Regione Veneto
  • Il video “Verso la digitalizzazione e la condivisione delle informazioni: Il Registro presenze online” di Carlo Visentin – Sezione Formazione Regione Veneto
  • La presentazione dell’intervento “Le Unità Formative Stress Lavoro Correlato e DVR Standardizzato: una proposta di progettazione partecipata e di comunicazione innovativa” di Maria José Gil Mendoza – Edulife S.p.A.
  • I video “Il Piano Sicurezza PMI raccontato dai suoi protagonisti” di imprenditori e lavoratori che hanno partecipato ai percorsi formativi organizzati da alcuni enti attuatori.

 Un sentito ringraziamento a tutti coloro che, a diversi livelli, hanno permesso la buona riuscita dell’evento.

Santo Romano
Direttore Dipartimento Formazione, Istruzione, Lavoro
Direttore Sezione Formazione
Regione del Veneto

Icona informazioni INAIL: Nuovo modello OT/24

Pubblicato il nuovo modello OT/24 per il 2015. Lo sconto è rivolto alle aziende che nel 2014 hanno adottato interventi migliorativi delle condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. La domanda di riduzione deve essere presentata esclusivamente in modalità telematica attraverso la sezione Servizi Online presente sul sito www.inail.it entro il termine del 28 febbraio (29 febbraio in caso di anno bisestile) dell’anno per il quale la riduzione è richiesta. Maggiori informazioni (link esterno) | link diretto al nuovo modulo (collegamento a pdf esterno)

Primo piano

Relazioni sanitarie annuali SPISAL Relazione provincia 2014 - pianificazione attività 2015

In Italia la riduzione degli infortuni sul lavoro assume una fondamentale importanza non solo per i costi economici, ma principalmente per la sua dimensione sociale ed umana. La vita e la salute dei lavoratori sono un bene inestimabile da tutelare in primo luogo

 

icona allerta calore Allerta calore negli ambienti di lavoro

Mansioni a rischio e misure di prevenzione per evitare il pericolo di colpi di calore durante l'attività lavorativa

icona progetto stress lavoro correlato Piano di monitoraggio e di intervento per l’ottimizzazione della valutazione e gestione dello stress lavoro-correlato

Il Centro nazionale per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ccm), ha affidato all’INAIL uno studio sul “Piano di monitoraggio e d’intervento per l’ottimizzazione della valutazione e gestione dello stress lavoro-correlato” rivolto alle piccole aziende con 5 - 15 dipendenti e sarà realizzato nel periodo tra giugno e dicembre 2015. Le aziende interessate della provincia di Verona, in possesso dei requisiti richiesti, possono contattare l’Università di Verona - Medicina del Lavoro.

icona alloggi stagionali Flussi lavoratori extracomunitari: richiesta certificazione alloggi temporanei per lavoratori stagionali in ambito rurale

Per il rilascio della certificazione degli alloggi temporanei per lavoratori stagionali in ambito rurale, conformi ai requisiti indicati nell’allegato IV, come disposto al comma 1 dell’art. 63 del D.Lgs. 81/2008, i datori di lavoro devono compilare e trasmettere la modulistica ed effettuare il relativo pagamento delle prestazioni come da istruzioni. Documento: Indirizzi per la verifica degli alloggi temporanei per lavoratori stagionali in ambito rurale (pdf 0,1Mb)

icona incontro amianto Incontro 17 febbraio 2015: tutela dei lavoratori esposti ad amianto

L’incontro organizzato dal Servizio SPISAL ULSS 20 - Verona, ha visto la presenza di oltre novanta partecipanti tra imprese che trattano materiali contenenti amianto e Medici competenti

icona adempimenti amianto Adempimenti amianto: relazioni attività 2014 svolte dalle imprese

Modello unificato dello schema di relazione di cui all'art. 9, commi 1 e 3, della legge 27 marzo 1992, n. 257, concernente le imprese che utilizzano amianto nei processi produttivi o che svolgono attività di smaltimento o di bonifica dell'amianto

icona inail INAIL. Trasmissione dei dati aggregati: termine 31 marzo 2015

L’Inail ricorda che dal 1° gennaio al 31 marzo i medici competenti devono trasmettere i dati aggregati sanitari e di rischio dei lavoratori sottoposti a sorveglianza sanitaria. A partire dal 2014 tali comunicazioni devono avvenire esclusivamente per via telematica.

icona convegno 13 dicembre 2014 Convegno amianto 13 dicembre 2014: atti

Aspetti normativi, ambientali, sanitari e medico legali nella gestione del rischio amianto: disponibili gli atti del convegno

icona piano nazionale della prevenzione 2014-2018 Piano Nazionale della Prevenzione 2014-2018

Nella seduta del 13 novembre 2014 la Conferenza permanente per l rapporti tra lo stato, le regioni e le provincie autonome di Trento e di Bolzano ha approvato l’intesa  ai sensi dell'articolo 8, comma 6 della legge 5 giugno 2003, n. 131, sulla proposta del Ministero della salute concernente il Piano Nazionale per la Prevenzione (PNP) per gli anni 2014-2018

Domande frequenti registro infortuni Vidimazione registro infortuni

Per le aziende del Veneto dal 12 novembre 2014 non vi è più l’obbligo della vidimazione del registro infortuni. Scadrà infatti l'obbligo di vidimazione del registro infortuni. L’art. 1, comma 1, della L.R. n. 32/2014 stabilisce che “… il registro infortuni previsto all’articolo 403 del DPR 27 aprile 1955, n. 547 non è soggetto all’obbligo di vidimazione stabilito dal Decreto Ministeriale 12 settembre 1958 e successive modificazioni, purché lo stesso sia tenuto in conformità a quanto stabilito dall’articolo 53 del Decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e successive modificazioni”.

icona report attività anno 2012 regioni Report attività delle regioni per la prevenzione nei luoghi di lavoro 2012

La relazione rende conto delle attività di prevenzione negli ambienti di lavoro svolte dalle Regioni nell’anno 2012, coerentemente con gli indirizzi normativi contenuti nel D.P.C.M. 17 dicembre 2007.

icona corsi di formazione per gli studenti Formazione generale salute sicurezza lavoro (SSL) per gli Istituti Superiori

Corso di formazione generale sulla salute e sicurezza sul lavoro (SSL) per gli studenti degli istituti superiori In collaborazione con Confindustria Verona, Apindustria Verona, Cgil, Cisl e Uil di Verona, l’Organismo Paritetico Provinciale e l’Ufficio Scolastico XII di Verona

icona sede Ministero del Lavoro Disposizioni per spettacoli musicali, cinematografici e teatrali ed alle manifestazioni fieristiche

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il Ministro della Salute, ha pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 183 dell’8 agosto 2014, il Decreto interministeriale 22 luglio 2014, con il quale sono state individuate le disposizioni che si applicano "agli spettacoli musicali, cinematografici e teatrali e alle manifestazioni fieristiche tenendo conto delle particolari esigenze connesse allo svolgimento delle relative attività" (ex articolo 88, comma 2-bis, del Decreto Legislativo n. 81/2008, così come modificato dalla Legge n. 98/2013 di conversione del Decreto Legge n. 69/2013).

 

icona fieragricola 2014 Fieragricola 2014

Gli SPISAL della provincia di Verona dal 6 al 9 febbraio 2014, sono stati presenti, in collaborazione con l’INAIL sede di Verona, alla 111° edizione della FIERAGRICOLA 2014 di Verona, punto di riferimento nel panorama agricolo mondiale

icona decreto sulle procedure standardizzate per la valutazione dei rischiProcedure standardizzate per la valutazione dei rischi e sportello assistenza

Obbligo per i datori di lavoro che occupano fino a 10 lavoratori di redigere il documento di valutazione dei rischi (dvr) dal 1 giugno 2013. Disponibile un modello informatizzato per la redazione del dvr conforme al decreto interministeriale del 30 novembre 2012. Il Decreto Interministeriale del 30 novembre 2012, ai sensi dell'articolo 29 del D.Lgs 81/2008 vuole essere, per i datori di lavoro, uno strumento di ausilio semplificato per un corretto adempimento degli obblighi di legge.

icona sezione sorveglianza sanitaria per i lavoratori autonomi Sorveglianza sanitaria e formazione dei lavoratori autonomi

Progetto rivolto ai lavoratori autonomi della provincia di Verona. Offre la sorveglianza sanitaria e un breve corso di formazione sulla sicurezza; rilascia un attestato di idoneità sanitaria e di formazione in sicurezza sul lavoro.

Tutela delle lavoratrici madri Tutela delle lavoratrici madri

La gravidanza è uno dei tanti aspetti della vita quotidiana. In queste pagine impariamo a conoscere la gravidanza, il puerperio e l'allattamento nelle attività lavorative

icona sportello informativo Sportello informativo

Lo Sportello Informativo è finalizzato a facilitare l'accesso del cittadino ai servizi offerti dallo SPISAL allo scopo di comunicare informazioni accurate ed aggiornate in merito agli obblighi previsti dalla normativa in materia di salute e sicurezza negli ambienti di lavoro

Calendario degli eventi Calendario degli eventi

Il calendario degli incontri formativi e degli eventi riguardanti l'attività dello SPISAL.

Riferimenti

Sedi SPISALPalazzo della Sanità

Via S. D'Acquisto n.7 - Palazzo della Sanità
Tel. 045 - 807 50 22 - 045 807 50 17 / 045 807 50 48 (Front Office) - Fax 045 807 50 13
e-mail: spisal@ulss20.verona.it

Accesso al pubblico SPISAL sede di Verona
Lunedì - Martedì - Mercoledì - Giovedì - Venerdì dalle ore 13,00 alle ore 14,00
Accesso al pubblico Front office del Dipartimento di Prevenzione e segreteria SPISAL Verona: Lunedì - Martedì - Mercoledì - Giovedì - Venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,00
Accesso al pubblico SPISAL sede di San Bonifacio
Via Sorte n. 68 bis - tel. 045 613 84 58 fax 045 849 09 84: Lunedì - Mercoledì - Venerdì dalle ore 9,00 alle ore 11,00

icona posta certificataPosta certificata

Indirizzo di posta elettronica certificata: prevenzione.ulss20.verona@pecveneto.it
 

Sedi SPISALU.O. Medicina del Lavoro e promozione salute: Ambulatorio

Sede: Via S. D'Acquisto n.7 - Palazzo della Sanità - Verona
e-mail: spisal@ulss20.verona.it
Visite per: ex esposti cancerogeni, idoneità al lavoro.

Accesso al pubblico
Lunedì - Mercoledì - Venerdì
dalle ore 08,00 alle ore 12,00
Informazioni e appuntamenti telefono: 045 807 59 23
N.B. ogni prestazione viene effettuata solo su prenotazione
 

PersonaleResponsabile SPISAL


Dott. Luciano Marchiori - tel. 045 807 50 22
e-mail: luciano.marchiori@ulss20.verona.it

 

PersonaleResponsabile unità operativa vigilanza


Dott.ssa Manuela Peruzzi - tel. 045 807 50 22
e-mail: manuela.peruzzi@ulss20.verona.it

 

PersonaleResponsabile unità operativa medicina del lavoro


Dott. Antonio Zedde - tel. 045 807 59 23
e-mail: antonio.zedde@ulss20.verona.it

 

Personale


Davide Allegri, Patrizia Arcamone, Antonia Ballottin, Remo Bertani, Massimo Bonfanti, Carla Braga, Loredana Brunetti, Marco Campagnari, Katia Dalle Molle, Giovanni De Togni, Antonino Falco, Bruno Ferro, Cristina Fiorini, Ludovica Fusa, Ilaria Gallo, Mario Gobbi, Paolo Gomitolo, Maria Lelli, Luciano Marchiori, Pietro Mazzoccoli, Marika Melotti, Maurizio Menegazzi, Manuela Peruzzi, Toniu Radev, Andrea Serpelloni, Marco Trotti, Antonio Zedde.

Informazioni sulla struttura del Servizio